Immagine
 Header... di Admin
 
"
Il successo nella vita spirituale non è dato da eventi eccezionali ma dalla dedizione costante e quotidiana

Frase Taoista
"
 
\\ Home Page Blog : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Admin (del 30/04/2012 @ 10:54:53, in Reiki, linkato 4801 volte)


E' un metodo di cura naturale semplice ed efficace che ha origini antichissime, riscoperto nel secolo scorso da un monaco cristiano giapponese, Mikao Usui. Egli ha chiamato Reiki l'Energia Vitale Universale, quella forza che attraversa l'intero universo e che quindi si manifesta anche in ogni essere vivente.Purtroppo la maggior parte delle persone non è più in collegamento con questa inesauribile fonte perchè ha puntato troppo solo sullo sviluppo razionale isolandosi sempre di più dall'Unità e bloccandone così il flusso armonico .Questo atteggiamento mentale è il principale responsabile dell'insorgere di disturbi e malattie che non sono altro che la conseguenza della trasgressione dell'uomo alle leggi naturali.


"La malattia non è una crudeltà in sè,nè una punizione,ma solo ed esclusivamente un correttivo,uno strumento di cui la nostra anima si serve per indicarci i nostri errori,per evitarci errori più gravi;per impedire di evocare maggiori ombre e per ricondurci sulla via della verità e della luce,dalla quale non avremmo mai dovuto scostarci".

E' inutile cercare di eliminare il dolore soffocandolo con farmaci..se eliminassimo la lampadina della spia sul cruscotto che ci indica una mancanza d'olio non risolveremmo di certo il problema!!  Importante è dunque riuscire a raggiungere la causa di eventuali squilibri!

Il reiki permette questo...Come? Attraverso i canali energetici, presenti in ciascuno di noi da sempre.

A causa del fatto che viviamo come degli automi, non sapendo più quello che siamo e che vogliamo,accecati e troppo coinvolti dalle dimensioni esistenziali puramente materiali, abbiamo dimenticato le nostre origini e lasciato che questi canali andassero via via chiudendosi.

Reiki dà la possibilità di riaprirli rendendoli ricettivi all'Energia Universale o divina,la quale, scorrendo all'interno della persona, scioglie quei blocchi emozionali e mentali che di norma non permettono la libera espressione dell'individuo.Questo consente di far uscire il proprio progetto di vita per realizzarlo e per sentirsi di conseguenza felici!

 

Le strade che si possono percorrere sono sostanzialmente due:

===Sottoporsi a 4 trattamenti eseguiti in 4 giorni consecutivi ===

(questo è importante x iniziare ad attivare l'energia nell'organismo) della durata di un'ora, un'ora e mezza circa, mantenendo poi,se la persona sentisse necessità,uno o due trattamenti a settimana,fino al raggiungimento del risultato desiderato.

Il terapeuta,attraverso la semplice applicazione delle mani su vari punti del corpo,mette in contatto l'energia personale dell'individuo trattato (KI)con l'energia universale(REI),al fine di ristabilire la condizione originaria di equilibrio e quindi di benessere sia sul piano fisico che su quello mentale,emotivo e spirituale.

Tutto questo avviene senza nessuno sforzo e senza bisogno di concentrazione,ma in modo del tutto naturale e soprattutto dolce, "trasformando" la persona in quello che veramente lei è! In nessun caso estrapola con violenza tutti i problemi fino ad allora nascosti o soffocati.Inoltre,trattandosi di energia intelligente,si dirige da sola verso i punti del corpo che più necessitano di riequilibrio.

 

 

===Oppure la strada che ho percorso io!!   Iniziare un seminario di Reiki.===

 Tradizionalmente il processo evolutivo spirituale del Reiki è diviso in tre livelli di apprendimento.E' necessario chiarire però che non c'è alcun bisogno od obbligo di passare per forza al livello successivo o di diventare Maestro!

 

Il primo livello è completo in se stesso e molte persone non sentono il desiderio di andare oltre.I livelli sono solo una semplificazione di un processo di crescita e sviluppo personale che non può essere definito in termini netti,e sono dei punti di partenza più che di arrivo!

Il nucleo del primo livello sono le 4 Attivazioni Energetiche, che vengono fatte da un maestro Reiki durante il corso della durata di 2 giorni.Da un'attivazione all'altra deve passare del tempo per evitare una carica energetica troppo forte.Oltre questo vengono insegnate durante il corso le posizioni delle mani nelle varie possibilità di trattamento.Tradizionalmente questo è il livello del contatto fisico del corpo.

 

Il secondo livello deve essere praticato dopo almeno 3 mesi dal primo,e si imparano tre simboli del Reiki.

Questo si chiama il livello mentale perchè è la mente (e non più il corpo) che,attraverso l'uso dei simboli, fa da ponte per l'energia universale e permette di fare trattamenti a distanza sulle persone o di influire su situazioni presenti,passate (traumi) e future.La persona che si avvicina al secondo livello dovrebbe aver raggiunto uno stato di serenità,dato che si incide notevolmente sulla parte psicologica e mentale del praticante.Anche in questo caso il tutto si svolge in un paio di giorni.

 

Il terzo livello serve per diventare Maestro di Reiki;è il livello spirituale.

La una formazione dura 1 anno e permette di poter insegnare ed iniziare gli altri al Reiki.Durante l'anno di apprendimento si effettuano incontri periodici di crescita individuale e si pratica esperienza diretta all'interno dei seminari al fianco di un Maestro.

Solo in questo momento si viene a conoscenza del 4^e ultimo simbolo del Reiki.

 

 

N.B: Tengo a precisare che non c'è differenza tra il sottoporsi a dei trattamenti o intraprendere il corso. Semplicemente, nel secondo caso, si approfondisce di più questo tema per chi ne fosse interessato, non fermandosi soltanto al sintomo del momento, ma iniziando un vero e proprio percorso interiore.

Inoltre, dopo aver frequentato, è possibile "dare" Reiki, su diversi livelli, a chi ne avesse bisogno oltre a poter fare l'autotrattamento su di sè.

Nel primo caso invece, si può solo "ricevere" Reiki da un terapeuta e dipendere da lui ogni qualvolta si volesse un trattamento.

 

Termino dicendo che ognuno di noi è qui per uno scopo ben preciso e con dei compiti da risolvere.Affrontare le vita con questa guida ci fa crescere in consapevolezza e amore;il risultato sarà una vitasplendida,interessante,entusiasmante,dove i problemi esistenziali diventano la sfida per farci crescere in saggezza e comprensione per il miracolo della vita.

CHIARA

MAIL: duana131@aol.com

SITO WEB:   http://giardinidichiara.weebly.com

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 24/04/2012 @ 23:28:34, in Sciamanesimo, linkato 5362 volte)



La limpia è una tecnica di purificazione energetica utilizzata nello sciamanesimo. Tra questi vi è la purificazione con l'uovo che è un'antica forma di guarigione sciamanica praticata in SudAmerica dai curanderi. In questa limpia lo sciamano passa un uovo crudo sul corpo del paziente  allo scopo di liberare le energie pesanti che causano malattie, stress, attaccamento, ecc.

Al termine della pratica l'uovo è buttato nell'acqua e ne viene letta la forma che assume. Gli sciamano diventano quindi dei vegenti in grado di comprendere dalla lettura dell'uovo i problemi del paziente.
Alla fine delle seduta il paziente si sente energeticamente più equilibrato, rilassato e sereno.
Gli sciamani sostengono che l'uovo strofinato sul corpo del paziente riesce a raccogliere le energie congestionate (la ucha).




La tecnica è la seguente:
si strofina l’uovo su tutto il corpo in particolare sulle parti malate, dal basso verso l’alto. La persona dovrà quindi ”vomitare” la ucha che trattiene. Al termine si fa mordere alla persona l’uovo che verrà poi buttato in un recipiente d’acqua. Subito dopo viene praticata  una limpia con erbe e “agua de flor” (profumi/essenze di lavanda e rosa). Le erbe utilizzate per la limpia si gettano nel recipiente dove è stato rotto l’uovo, e poi tutto viente interrato per dare  alla Madre Terra la possibilità di trasformarlo.

Per approfondire:
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/04/2012 @ 19:10:54, in Ayurveda, linkato 4732 volte)


Secondo l'Ayurveda ogni persona riceve dalla natura il suo particolare programma chiamato PRAKRITI, una parola sanscrita che significa TIPO CORPOREO.
E' la costituzione di base che ha una persona e che non cambia dalla nascita fino alla morte. Essa viene determinata in base alla proporzione in cui si trovano i dosha in ogni persona. Se per esempio nella costituzione si ha una predominanza del dosha Vata, la persona ha una prakriti Vata, e così via per tutti gli altri dosha.Avremo così le persone di costituzione Vata, quelle di costituzione Pitta ed infine quelle di costituzione Kapha. La vostra prakriti dice come la natura intende farci vivere; il corpo sa cosa gli fa bene e che cosa gli fa male, avendogli la natura fornito il giusto istinto fin dalla nascita.

Seguendo le tendenze innate, si scopre che la fisiologia sa trovare da sola il proprio equilibrio con il minimo sforzo da parte nostra. A volte bastano squilibri minimi per spargere i semi di future malattie, mentre il mantenimento dell'equilibrio può assicurare un buono stato di salute. Conoscere i punti di forza e di debolezza di ogni tipo corporeo rende in grado di scegliere l' approccio specifico alla prevenzione della malattia, come ad esempio diete, attività fisiche e terapie mediche fanno per voi e sconsigliarvene altre.

Ecco tre importanti ragioni per cui la conoscenza del corpo è il primo passo verso il benessere:

1- I SEMI DELLA MALATTIA VENGONO GETTATI MOLTO PRESTO.
La comprensione del tipo corporeo e dei suoi specifici punti di forza e debolezza permette di praticare i trattamenti preventivi quando sono più efficaci, cioè molto tempo prima che la malattia si manifesti palesemente nel corpo.

2- LA CONOSCENZA DEL PROPRIO TIPO CORPOREO PERMETTE UNA PREVENZIONE PIU' SPECIFICA.
Non esiste nessuno che sia predisposto a tutte le malattie, tuttavia le persone cercano di prevenire tutte quelle che possono senza conoscere le proprie predisposizioni particolari, e quindi brancolano spesso nel buio. E' cosa intelligente far sì che la prevenzione sia altrettanto specifica.

3- UNA VOLTA MANIFESTATO IL MALE, LA CONOSCENZA DEL TIPO CORPOREO CONSENTE UN TRATTAMENTO PIU' ACCURATO.
I trattamenti standard, come ad esempio prescrivere il valium a qualunque ansioso, si basano sulla pura casualità e danno per scontato che una certa malattia sia la stessa in qualunque persona. Ma questo non è vero: tre persone possono sentirsi ansiose a tre livelli diversi di stress.Una persona a cui basta una tazza di caffè leggero per avere i nervi scossi è, per natura, diversa da un'altra in grado di ingurgitare tre espressi senza nessuna conseguenza.
Quindi la prakruti ètutto il vostro mondo, la vostra realtà PERSONALE.

  

VIKRITI
La vikriti invece significa:" deviazione della natura".
E' lo stato di malattia dovuto allo squilibrio di uno o più dosha.
Mentre la prakriti faceva riferimento a ciò che è naturale, la vikriti fa riferimento a ciò che non lo è.
Se per esempio si salta un pasto, o se si passa una notte in bianco non si fa altro che aggiungere qualcosa alla propria vikriti. Cibo sbagliato, brutte abitudini per quanto riguarda il sonno, emozioni negative, tensioni fisiche o mentali, sono tutti elementi che rendono la vita un pò più innaturale, e alla lunga tutto questo può portare alla più innaturale delle condizioni: la malattia.
La vikriti è una maschera, un'illusione, ciò che siamo diventati nel corso della vita; rende più sensibili ad ogni genere di stress e offusca le emozioni più sottili.
Il medico ayurvedico  individuati i dosha che sono in squilibrio, deve cercare di riportarli al loro naturale equilibrio con le terapie adatte.


CHIARA
mail: duana131@aol.com
web: http://giardinidichiara.weebly.com
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 07/04/2012 @ 13:21:20, in Medicina tradizionale cinese, linkato 2686 volte)



Prevenzione e sostegno dalla nascita all’adolescenza

Cos’è il Tuina Pediatrico
Il Tuina è parte integrante della Medicina Tradizionale Cinese, si basa sugli stessi principi dell’agopuntura, ne condivide riferimenti teorici, valutazione energetica e principi di trattamento.Il Tuina pediatrico è una branca specifica del Tuina creato per stimolare e sostenere la crescita del bambino nel suo periodo di sviluppo più delicato, quello che va dalla nascita alla prima età scolare (0/10 anni).


La Medicina tradizionale Cinese ha una cultura "preventiva" fondata sulla ricerca profonda della causa, piuttosto che sull'azione diretta al sintomo.
Sempre secondo la MTC i nostri "malesseri" sono imputabili agli squilibri energetici, di conseguenza l'obiettivo del Tuina sia per adulti, sia per piccini, è di rafforzare e riequilibrare l’energia dell'organismo, rendendolo più resistente, tonificandolo nelle situazione di affaticamento e rinforzando il sistema immunitario quando questo è debole.
Il Tuina (massaggio cinese per bambini ) permette principalmente l’equilibrio dell’energia Yin e Yang che sta alla base di ogni manifestazione che interessa il corpo o la mente.
Il Tuina Pediatrico è :
Indolore – non ha effetti collaterali – da rapidi risultati – non interferisce con le procedure del pediatra – è di facile utilizzo per i genitori.
I genitori vengono attivamente coinvolti e viene loro insegnato come procedere e continuare il trattamento a casa
La pratica del Tuina contribuisce a contrastare il manifestarsi dei disturbi più comuni quali:
• Disturbi del sonno.
• Irrequietezza/ agitazione
• Difficoltà di concentrazione
• Coliche gassose del neonato
• Alterazioni e disturbi dell’evacuazione (stipsi/diarrea)
• Febbre e/o tosse ricorrenti
• Inappetenza
• Stanchezza , svogliatezza
• Predisposizione a contrarre “ malesseri invernali”.

di Barbara Artelli
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Link sponsorizzati:
< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Titolo
Link sponsorizzati:


Cerca per parola chiave
 

Titolo
Aromaterapia (1)
Ayurveda (6)
Cristalloterapia (1)
Medicina complementare (4)
Medicina tibetana (1)
Medicina tradizionale cinese (2)
Meditazione (4)
Nada Yoga (7)
Naturopatia (3)
Pranoterapia (1)
QiGong (4)
Rebirthing (1)
Reiki (1)
Sciamanesimo (2)
Yoga (15)

Catalogati per mese:
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
bel testo Gaetano!No...
13/02/2012 @ 22:20:11
Di Alessio

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!




10/12/2019 @ 11:44:37
script eseguito in 29 ms